Buy     logo       Buy

AudioLinux is based on realtime custom kernels and on the work of that part of linux community trying to achieve very low audio and processor latencies. The results are not audiophile subjective suggestions, but real and measurable. You can make a processor latency test yourself clicking on the oscilloscope test inside Realtime Priority folder on the Desktop. All is open source, AudioLinux copyrighted applications included. No magic hidden code, but only the magic of music. AudioLinux can be used in Audio Pro studio recording because of stability and freedom from glitches. With a powerful CPU is perfect for extreme upsampling (up to DSD 512 or PCM 768 kHz). What about the sound? Clean, transparent, the last veil is removed. ...And a quick and complete support that no one is giving in Linux. Your system will be fine-tuned for the absolute best performance.

Audiolinux Desktop

AudioLinux is the first plug & play realtime audio system based on Archlinux with Xfce 4.12 desktop and programmed IRQ and application priority
Audio latency at 192 kHz < 2,67 ms on Intel i5 processor and high quality USB audio interface
Audio latency at 44.1 kHz < 1 ms depending on hardware configuration.
Incredibly low processor latency (average 4-6 microseconds)
Boot time 10/15 s
Minimize option for optimal audio system
Maximize option for audio/video
Choice between two realtime process priority configuration (Standard or Extreme)
RTIRQ for automatic IRQ priority assignement
RTAPP for automatic audio priority
assignement
Compatible audio applications:
HQPlayer and HQPlayer embedded (with optional CUDA acceleration), HQPlayer Network Audio Daemon, MPD (with optional upmpdcli UPnP media renderer), Logitech Media Server + Squeezelite-R2 with C-3PO plugin, Minimserver UPnP server, Kodi (XBMC), Deadbeef, Jriver Media Center, Roon.
Audiolinux can be configured as headless server (also with HQPlayer embedded)
Remote control with Unified Remote for smartphone
VNC server included for remote Desktop control
AirPlay support with Shairport-sync (audio only)
Support for MCE remote


version 1.7.4

AudioLinux scripts and RTapp Copyright P. O. 2014-2016. AudioLinux image contains proprietary software. It cannot be copied without removing the corresponding software. AudioLinux is not a separate Linux distribution but only a customized Archlinux image for audio. For all legal and copyright issues please refer to www.archlinux.org The payments reported below are for support, customization work, proprietary (non-GPL) software, usb stick, shipping. AudioLinux is made from audio enthusiasts and economic gain is almost irrelevant in a country (Italy) where in this case you must pay up to 40% taxes...
www.tophifi.it
www.audio-linux.com
AudioLinux specific support forum (Italian)
Archlinux general forums
Archlinux packages maintained by AudioLinux
If you have questions or you need more information about AudioLinux please write to audiolinux@fastmail.fm

Price is 49 Euro with SanDisk Cruzer Extreme USB 3.0 16 GB USB stick (up to 245 MB/s transfer speed), email assistance, shipping included. This is the standard recommended option.

PRICES: AudioLinux support with image € 29,00
AudioLinux support with usb stick € 49,00

AudioLinux support with 5 images € 99,00

AudioLinux
support with 10 images € 179,00


PREZZI:
AudioLinux supporto con immagine € 29,00
AudioLinux supporto con penna usb € 49,00

AudioLinux supporto con 5 immagini € 99,00

AudioLinux supporto con 10 immagini € 179,00


Special offer AudioLinux + HQPlayer Desktop linux + HQPlayer embedded, please contact us at audiolinux@fastmail.fm

Solo per utenti italiani: configurazione pc per la massima qualità a € 199. In questo caso deve essere fornito il Computer e il DAC, poiché verranno eseguite delle configurazioni che tengono conto del processore e del software utilizzato. L'immagine è compresa nel prezzo.
For custom versions (for example command line only without graphic Desktop) please contact us. Minimum charge is € 358.

Buy AudioLinux now!

How to copy an Archlinux image?
ref. Disk Cloning Wiki
If you don't have a linux installation you must first make a LiveCD or LiveUSB with Archlinux ISO
Archlinux LiveCD download

A) In a Windows system

1) Boot from LiveCD
2) At the command prompt type
fdisk    -l
This will show the partitions of your system.
3) Mount the partition where you have saved the AudioLinux image. For example if the partiton is /dev/sda1 and type is ntfs
mount    -t    ntfs-3g    /dev/sda1    /mnt
(Remember /dev/sda1 not /dev/sda)
If this is not working type
mount    -t    ntfs    /dev/sda1    /mnt
4) Check that the image is not corrupted with
sha25sum    audiolinux.img.gz
The resulting number must be the same that you can find in the sha256sum.txt file in the download page
5) Insert the USB stick where you want to copy AudioLinux
Check the address with
fdisk    -l
6) If, for example, the address is /dev/sdd you can copy the image this way
gunzip    -c    /mnt/audiolinux.img.gz    |    dd of=/dev/sdd
(remember, not sdd1, sdd2, etc. but sdd, the entire disk. If you are not in the directory of audiolinux image you must substitute audiolinux.img.gz with the complete address)

B) In a Linux system

In a ROOT terminal:
1) Check that the image is not corrupted with
sha25sum    audiolinux.img.gz
--> The resulting number must be the same that you can find in the sha256sum.txt file in the download page 2) Insert the USB stick where you want to copy AudioLinux
Check the address with
fdisk    -l
3) If, for example, the address is /dev/sdd you can copy the image this way
gunzip    -c    audiolinux.img.gz    |    dd of=/dev/sdd
(remember, not sdd1, sdd2, etc. but sdd, the entire disk. If you are not in the directory of audiolinux image you must substitute audiolinux.img.gz with the complete address)

The copy will take almost 1 hour and no messages are given. You will have to wait...
The original image is made from a Sandisk SDCZ80-016G Extreme 16 GB (easy to find on Amazon, for example). Some USB sticks declared as 16 GB have a different size with less capacity.
In this case please use a 32 GB one or exactly the same 16GB Sandisk, to be sure.
Remember to double check the target drive, since it will be completely erased.
Booting from an Apple computer it is not garanteed. In most cases you must be a linux expert. See the archlinux wiki here

Mini Guida


AudioLinux è un sistema operativo che è stato concepito per ottenere la massima qualità nella riproduzione audio. E' basato su Archlinux con il recentissimo desktop Xfce 4.12.
Il kernel è realtime (compilato da http://arch.coderkun.de/) e la priorità degli IRQ e delle applicazioni è programmata con i servizi rtirq e rtapp.
E' possibile “minimizzare” o “massimizzare” il sistema in modo semplice attraverso una lista dei driver da mettere in blacklist e una lista di servizi da disattivare od attivare.
La configurazione audio può essere modificata con un semplice click sulle icone delle varie opzioni presenti sul desktop.
Si consiglia un processore potente e parecchia memoria RAM, cioè almeno un intel i5 e 4Gb di memoria, per sfruttare tutte le possibilità di AudioLinux.

Distribuzione

AudioLinux viene fornito con una pennetta SanDisk Cruzer Extreme USB 3.0 da 16 GB con Syslinux già installato o con un'immagine da scaricare (5-6 GB circa). Non vi è programma di installazione, l'utente dovrà configurare un sistema già predisposto secondo le indicazioni riportate nella sezione installazione.

Per prenotare AudioLinux o per qualsiasi richiesta, osservazione, segnalazione: audiolinux@fastmail.fm
Siti di riferimento:
http://www.tophifi.it
www.audio-linux.com

Installazione

Premessa: per chi ha acquistato l'immagine da scaricare di AudioLinux si consiglia di clonare l'immagine seguendo le indicazioni riportate nella wiki di Archlinux sezione Restore System https://wiki.archlinux.org/index.php/Disk_cloning#Restore_system
In pratica, da un'altra installazione Linux o dal liveCD di Archlinux, bisognerà eseguire il comando:
gunzip -c /path/to/audiolinux.img.gz | dd of=/dev/sdX
dove dovrete sostituire a "/path/to" il percorso dove avete salvato l'immagine e a "sdX" l'hard disk, la pennetta USB o la carta SD dove volete installare il sistema operativo. Per verificare gli hard disks presenti nel vostro sistema lanciare da terminale il comando fdisk -l
Il supporto dove andrete ad installare AudioLinux deve avere una dimensione di almeno 16 GB.L'hard disk, la pennetta USB o la scheda SD dove installerete l'immagine di AudioLinux NON devono essere montati e il contenuto sarà cancellato.
--> Successivamente, se volete, potete estendere la partizione ext4 che contiene AudioLinux all'intero hard disk o pennetta usando l'applicazione gparted

Settare la BIOS del computer in modo che la priorità del boot sia assegnata all'entrata USB e, se possibile, specificatamente alla pennetta SanDisk.
Per la massima qualità audio disabilitare qualsiasi funzione nella BIOS del tipo "frequency scaling". La riproduzione audio funzionerà al meglio se la CPU lavora ad una frequenza fissa.
E' vivamente consigliato disablitare la scheda audio interna della motherboard. Il driver corrispondente alla scheda audio Intel è già disabilitato (in /etc/modprobe.d/blacklist-minimize.conf)

Il sistema operativo, utilizzando Syslinux con l'indicazione dell'UUID della pennetta o dell'hard disk, dovrebbe partire automaticamente.
Nell'ultima versione AudioLinux supporta anche i sistemi UEFI. Se fate l'upgrade del pacchetto syslinux dovrete, prima di fare il reboot, eseguire come root i comandi
cp /usr/lib/syslinux/efi64/* /boot/EFI/boot/
cp /boot/EFI/boot/syslinux.efi /boot/EFI/boot/bootx64.efi
Per evitare errori syslinux è nell'elenco dei pacchetti on hold in /etc/pacman.conf
Se avete una scheda video diversa da Nvidia e il sistema non si avvia correttamente, selezionate l'opzione con "command line" nella schermata di Syslinux. Se il boot avverrà correttamente dovrete installare i driver corretti per la vostra scheda video o effettuare una diversa configurazione. I driver xorg per nvidia, Ati, Intel, Via sono già installati. In alcuni casi potrebbe essere necessario installare i driver proprietari (informarsi se tali driver sono compatibili con il kernel linux-rt).
Se dopo aver seguito le indicazioni sopra riportate il sistema ancora non partisse, contattare il supporto.

Nota importante: se avete un processore intel e volete ottenere le massime prestazioni dal kernel realtime è auspicabile aggiungere intel_idle.max_cstate=0 alla linea del kernel in /boot/syslinux/syslinux.cfg e /boot/EFI/boot/syslinux.cfg, ad esempio:
APPEND root=UUID=0cd6f57a-72a1-4620-af0f-b00c25b9d478 rw quiet intel_idle.max_cstate=0
Nell'ultima versione di AudioLinux troverete la corrispondente opzione (CSTATE=0) all'avvio nella schermata di syslinux.
Attenzione: in questo caso la temperatura del processore subirà un incremento.

Il computer dovrebbe configurarsi automaticamente se collegato ad una rete ethernet.
Se volete creare la vostra configurazione potete usare Netctl GUI. Probabilmente troverete dei profili all'interno ma in ogni caso conviene sempre crearne uno nuovo selezionando in Netctl GUI “Create new profile”.
Tenere presente che il vostro profilo sarà attivo se il suo nome è in grassetto. Se invece è in grassetto e corsivo vuol dire che sarà persistente anche dopo un reboot. Se, per qualche bug di Netctl GUI, non riuscite ad attivare il profilo potete farlo da un terminale root con i seguenti comandi:
netctl enable nomeprofilo
netctl start nomeprofilo
e poi fare un reboot.
Nota: controllare prima se c'è qualche altro profilo attivo con
netctl list
ed eventualmente disabilitarlo con
netctl disable nomeprofilo

Successivamente bisogna configurare la cartella dove risiedono i file musicali utilizzati dai vari programmi (Mpd, Jriver, ecc). Questa cartella è /home/audiolinux/Music/Music. Poiché AudioLinux è concepito per utilizzare un Hard Disk esterno (o un NAS) questa cartella sarà in realtà un link simbolico alla cartella reale in un altro disco. Quindi, dopo aver rimosso o meglio rinominato la cartella /home/audiolinux/Music/Music:
ln -s <cartella dove risiedono i file musicali> Music
Esempio:
cd /home/audiolinux
ln -s /media/windows/Users/Public/Music Music

Ovviamente in questo caso l'hard Disk deve essere “montato” all'avvio. Si deve quindi aggiungere al file /etc/fstab qualcosa del tipo:
Per un Hard Disk NTFS:
/dev/sdx /media/windows ntfs-3g users,nofail,uid=1000,gid=100,fmask=0113,dmask=0002 0 0
(sostituire /dev/sdx con i parametri del vostro Hard Disk, se possibile utilizzando l'UUID o il Label dell'hard Disk, le directory /media/linux, /media/linux2, /media/windows, /media/windows2 sono già presenti)
Per un Hard Disk ext4:
/dev/sdx /media/linux ext4 rw,nofail,noatime,data=ordered 0 2
Per una condivisione Samba:
//.../... /media/samba cifs rw,nofail,uid=1000,gid=100,forceuid,forcegid,user=...,password=... 0 0
(come ad esempio //192.168.1.15/Music /media/samba cifs rw,nofail,uid=1000,gid=100,forceuid,forcegid,user=admin,password=admin 0 0)
Nota: per conoscere il percorso esatto della condivisione Samba, ad esempio di un NAS, scrivere in una finestra di terminale:
smbtree -U indirizzodelnas
esempio:
smbtree -U 192.168.1.15

La scheda audio di default utilizzata dai vari programmi e da Mpd in particolare è hw:0,0
Attenzione! Se la vostra motherboard contiene una scheda audio integrata è vivamente consigliato di disabilitarla nella BIOS (se possibile) e/o mettere il relativo driver in blacklist in /etc/modprobe.d/blacklist-minimize.conf e in /home/audiolinux/Programmi/alsa-jack/Maximize-minimize/blacklist-minimize.conf. Se si tratta di una scheda Intel dovrete aggiungere la riga blacklist snd-hda-intel.
Se avete due DAC USB per essere sicuri che la posizione di uno dei DAC non si scambi con la posizione dell'altro modificare il file /etc/modprobe.d/alsa.conf ed aggiungere una riga simile a questa (metodo valido anche nel caso che i due DAC utilizzino lo stesso chip in ingresso):
options snd-usb-audio index=0,1 vid=0x0d8c,0x16d0 pid=0x0309,0x071a
Per maggiori informazioni leggere http://alsa.opensrc.org/MultipleCards

Note generali

PASSWORDS
audiolinux: audiolinux
root: audiolinux0
samba: audiolinux0
gnome-keyring: audiolinux0
vnc: audiolinux0

Per quanto riguarda il kernel realtime di AudioLinux, i corrispondenti pacchetti linux-rt e linux-rt-headers sono "on hold" in /etc/pacman.conf e quindi potranno essere aggiornati solo manualmente.
DSD nativo fino a DSD512 è ora possibile con alsa 1.0.29. Alcuni DAC con chip XMOS sono supportati, ad esempio l'iFi nano/micro iDSD.

La priorità FIFO degli IRQ relativi all'audio e al clock del sistema viene assegnata attraverso il programma rtirq. Il programma rtapp invece assegna la priorità ai programmi audio (mpd, jack, hqplayer, jriver, ecc.). Sul desktop si trovano due opzioni:
a) RT priority extreme. In questo caso a rtc0 viene assegnata la priorità 95, all'uscita USB verso il DAC 93, a jack 91, a mpd 89.
b) RT priority standard: priorità rispettivamente 90-85-80-75.
Se utilizzate una scheda audio non usb modificate i file /home/audiolinux/Programmi/alsa-jack/rtirq.standard e il corrispondente RTIRQ_NAME_LIST sostituendo RTIRQ_NAME_LIST="rtc usb snd" con RTIRQ_NAME_LIST="rtc snd usb". Se utilizzate invece un dac firewire sostituire con RTIRQ_NAME_LIST="rtc ohci1394 snd usb". Successivamente lanciare RT priority extreme o RT priority standard dal desktop per applicare la nuova configurazione.
Lanciando il programma rtstatus (che fa parte del pacchetto rtapp) potete verificare se la vostra scheda audio sta condividendo l'interrupt con altri dispositivi hardware. Sempre allo scopo di ottenere le massime prestazioni è consigliabile in questo caso o staccare se possibile i dispositivi interessati o provare a cambiare presa USB.
Nota importante: se in RTIRQ_NAME_LIST è specificato semplicemente usb, allora a tutti i dispostivi collegati ad un presa usb verrà assegnata una priorità realtime. Se volete assegnare tale priorità solo alla usb alla quale è collegato il vostro DAC, potete sostituire a usb il valore corrispondente (che potrete trovare con rtstatus).

Sul desktop e in /home/audiolinux/Programmi/Leave sono state aggiunte delle icone per fare il reboot (Windows, linea di comando, ecc.). Gli script corrispondenti sono in /home/audiolinux/Programmi/Leave e /home/audiolinux/Programmi/Reboot_windows. In tal modo si possono aggiungere delle operazioni particolari prima di eseguire tali comandi, tra cui abilitare il wake-on-lan, riavviare il sistema scegliendo un'altra delle opzioni della schermata iniziale di Syslinux, ecc.

In AudioLinux è installato anche il pacchetto audiolinux. Se aggiornate periodicamente il sistema potrete trovare i nuovi scripts, programmi e icone desktop in /opt/audiolinux ed eventualmente copiare quello che vi interessa in /home/audioliux/Desktop e /home/audiolinux/Programmi

AudioLinux contiene anche una Ram disk in /home/audiolinux/Music/Music_ramdisk.
Potete copiare un disco in questa directory e riprodurlo attraverso Mpd o Jriver completamente da memoria RAM. il metodo utilizza il servizio anything-sync-daemon che salverà in una directory di backup i file in RAM prima di spegnere il computer e li ricaricherà all'avvio successivo.
Per favore tenente presente che anything-sync-daemon effettuerà un backup della ramdisk prima di spegnere il computer. Controllare prima se la dimensione dei file presenti nella ramdisk è superiore allo spazio disponibile sul media di installazione di AudioLinux.
--> Per maggiori informazioni https://wiki.archlinux.org/index.php/Anything-sync-daemon

Un riassunto dello stato della configurazione audio si può ottenere lanciando Audio status dal desktop. In caso di problemi allegare sempre il risultato alla richiesta di supporto.

Nella cartella Maximize-minimize ci sono i programmi: Maximize, minimize, Maximize not persistent, Minimize not persistent. Gli ultimi due effettueranno delle modifiche che verranno perse dopo il reboot.
L'elenco modificabile dei driver da mettere in blacklist per minimizzare il sistema è in /home/audiolinux/Programmi/alsa-jack/Maximize-minimize/blacklist-minimize.conf
I servizi da attivare/disattivare per Maximize e minimize si trovano negli script /home/audiolinux/Programmi/alsa-jack/Maximize-minimize/maximize.sh e /home/audiolinux/Programmi/alsa-jack/Maximize-minimize/minimize.sh
Il sistema viene distribuito inizialmente con una configurazione intermedia.
Attenzione! Per chi volesse una qualità video ottimale con una scheda nvidia si consiglia di installare i driver proprietari nvidia nella versione nvidia-rt che potrete scaricare da AUR.

Se il servizio urserver è attivo è possibile utilizzare Unified Remote, il miglior “telecomando” software sul mercato con il quale potrete controllare AudioLinux con uno smartphone Android, Apple o Windows.
Con VNC inoltre potrete cambiare configurazione in tempo reale sempre dallo smartphone (su cui è consigliato installare RealVNC)
AudioLinux è già configurato per l'utilizzo di un telecomando MCE attraverso il kernel (senza lirc).

Note sul software installato

MPD
Mpd viene lanciato all'avvio del sistema sotto l'utente audiolinux (gruppo audio) con il servizio my-mpd.service. il file di configurazione è /home/audiolinux/.mpdconf
Non vengono quindi utilizzati né il servizio di default mpd.service né il file di configurazione standard /etc/mpd.conf. in questo modo si può far partire mpd con eventuali parametri speciali e si evitano varie complicazioni che numerosi utenti hanno messo in evidenza.
La versione di mpd è mpd-git che consente di utilizzare l'upsampler/downsampler di elevata qualità sox.
Se volete installare una versione in grado di riprodurre i file DSD in modo nativo fino a DSD512 dovrete installare il pacchetto mpd-dsd. In questo caso l'upsampling con sox non sarà possibile.
Per la massima qualità audio il mixer alsa è sempre disabilitato in tutte le configurazioni disponibili.
--> Si tenga presente che al momento in AudioLinux è installata la versione mpd-git: dopo un upgrade è possibile che mpd non parta perché alcune librerie necessarie sono state modificate. In tal caso ricompliare il programma reinstallandolo con il comando
yaourt -S mpd-git

Per passare da una configurazione con jack a una configurazione diretta con alsa o viceversa cliccare sulle icone contenute nelle cartelle del desktop "Mpd" e "Mpd Jack".

Per far partire mpd con bassa latenza selezionare 192 alsa_low_latency nella cartella "Mpd" del desktop. In questo caso in .mpdconf abbiamo
buffer_time "2664"
period_time "1332"
che corrisponde in jack ad una latenza di 2,67 ms a 192 kHz. Se il sistema non è in grado di supportare una latenza così bassa aumentare buffer_time e period_time in /home/audiolinux/Programmi/alsa-jack/mpd.conf.alsa_low_latency finché non si ottiene un suono indistorto.
88.2 alsa sox, 96 alsa sox, 176.4 alsa sox e 192 alsa sox ecc. effettuano l'upsampling di tutti i file musicali alle corrispondenti frequenze con sox.

JACK
Poiché jack non commuta automaticamente la frequenza di campionamento sul desktop troverete delle icone dove potete selezionare la frequenza di campionamento del brano musicale da riprodurre. Si tenga presente che se jack è settato a 192 kHz e vogliamo riprodurre un brano a 44.1 kHz alsa effettuerà un upsampling di bassa qualità. E' per questo che con jack conviene sempre utilizzare la frequenza di campionamento originale.
Un'ulteriore opzione "jack 192 sox" (sempre nella cartella "Mpd Jack" del Desktop), consente di utilizzare sox per fare l'upsampling a 192 kHz e poi jack per inviare il segnale audio al dac. Per farla funzionare correttamente bisognerà ridurre la latenza finché non si otterrà un risultato ottimale.
Jack è già configurato per una bassa latenza. Può darsi che il suono sia distorto o che vi siano dei "click" se il vostro hardware non è in grado di supportare la configurazione di default. In tal caso bisognerà modificare i file del tipo jackd*.conf in /home/audiolinux/Programmi/alsa-jack/
Per ricavare i parametri corretti conviene lanciare qjackctl (dopo aver eseguito un killall jackd), l'interfaccia grafica di jack. Qjackctl è molto utile per verificare i limiti di latenza del sistema.

HQplayer
Per HQplayer, che è l'applicazione audio da noi preferita (Ovviamente potete anche utlizzare HQplayer normale, non "embedded").
Nella cartella  "HQplayer embedded" del Desktop potrete trovare numerose icone relative a varie configurazioni. Cliccando su una di esse il corrispondente file in /home/audiolinux/Programmi/alsa-jack/HQplayer/ verrà copiato nella cartella di configurazione /home/audiolinux/.hqplayer
Per creare le vostre configurazioni potrete seguire un procedimento analogo.
noDAC - pure DSD passive filter interface

xmos-dsd-dxd

noDAC 0.5V up to DSD1024, USB isolation with Gefen Ethernet extender, audio signal isolation with TVC (Transformer volume control)

   La canzone che vive tre volte
Free with AudioLinux in Music folder! La potete trovare in regalo nella cartella Music! --> Anteprima
La canzone è il risultato della collaborazione tra il poeta Piero Olmeda e l'artista Sandro Saccocci. Una ventata di poesia, novità ed impegno nella canzone italiana.
Le canzoni di Saccocci e Olmeda sono in vendita su iTunes, Amazon.it e Google
Alcuni musicisti conosciuti e apprezzati hanno detto questo: "Molto bella ....sono senza parole" A. S "La canzone e' bellissima" M. S. "Mi è piaciuto davvero molto. Brano intimo. Una bella "lettera" (si può dire?) profonda di significati. E trasmette davvero il senso di quanto si desidera trasmettere. L'accompagnamento strumentale è perfetto. Perfetto!!!! Molto raffinato e attento persino alla metrica. Mi è piaciuta davvero moltissimo" N. L. D. "Sì il sax è molto bravo così il pianista! Si sente della qualità se è questo che desideravi! Questo è senz'altro jazz!" R. B. "Che dire... è un brano suggestivo, testo e musica si sposano benissimo, credo la strada sia tracciata, continua così, complimenti" G. F. "Mi piace" L. C.
Rufus configuration
If you use Windows you can install AudioLinux image with Rufus an utility that helps format and create bootable USB flash drives, such as USB keys/pendrives, memory sticks, etc.
It can be especially useful for cases where:
- you need to create USB installation media from bootable ISOs (Windows, Linux, UEFI, etc.)
 - you need to work on a system that doesn't have an OS installed
you need to flash a BIOS or other firmware from DOS
 - you want to run a low-level utility

In the configuration screen select audiolinux.img.gz and DD as write method (as you can see on the
image). Please choose carefully the target drive on the top menu. It will take a few minutes to copy an AudioLinux image to a USB stick!
--> If you have problems with Rufus please use the official linux way explained on the left column.

noDAC - pure DSD passive filter interface noDAC - pure DSD passive filter interface
noDAC - pure DSD passive filter DAC + transformer - wonderful sound with AudioLinux!

You can discuss AudioLinux in these forums:

Nexthardware.com --> italiano, con guida pratica nei primi post

Tforum.com (italian language)
Videohifi.com (italian language)

Computeraudiophile.com (english language)
Audioasylum.com (english language)

AudioLinux TEST

We have made some tests of the real performance of AudioLinux.
You can make this test yourself clicking on the the oscilloscope test inside Realtime priority folder on the Desktop

1) Realtime test in AudioLinux with "hackbench -l 10000" and "cyclictest -t1 -n -p99 -i100 -o10 -v | oscilloscope -s1000 >/dev/null" with Asrock 3D Vision Intel i5

AudioLinux low latency

1b) Test (kernel 3.19.2 non realtime) in AudioLinux with "hackbench -l 10000" and "cyclictest -t1 -n -p99 -i100 -o10 -v | oscilloscope -s1000 >/dev/null" with Asrock 3D Vision Intel i5

AudioLinux high latency

1c) Test (kernel 3.19.2 non realtime) in AudioLinux with "cyclictest -t1 -n -p99 -i100 -o10 -v | oscilloscope -s1000 >/dev/null" and HQplayer embedded upsampling a 44,1 kHz file to DSD 256 with Asrock 3D Vision Intel i5

audiolinux_hqplayer

2) Test in a standard Archlinux system non realtime (Intel Core Duo) with "hackbench -l 10000" and "cyclictest -t1 -n -p99 -i100 -o10 -v | oscilloscope -s1000 >/dev/null"

Core Duo high latency

3) Tests with a standard Windows 8.1 system with LatencyMon and DPC Latency Checker

Windows latency

Windows latency 1

Application latency in AudioLinux

This video shows how AudioLinux is checking for FIFO realtime priority every 60s and assign the right priority (please select full screen).


HQplayer embedded control from smartphone

Here you can see how you can control HQplayer embedded from your smartphone with BubbleUPNP


Latency test

This test of latency has been made with CPU governor set to "performance" and processor C-state set to C0 adding intel_idle.max_cstate=0 to kernel line in syslinux.cfg


Jack latency test

In this test jack has been configured for a latency of 2,67 ms at a sampling frequency of 192000 kHz without xruns

Latest news

26/09/2016 New version 1.7.4 with MSB dac support and experimental MERGING driver for Ravenna audio-over-ip

01/07/2016 New updated image with kernel 4.6.2_rt5

12/04/2016 New realtime kernel 4.6.2 available at http://www.tophifi.it/ftp/packages/kernel/

23/04/2016 Version 1.7.3 with support for Roon + HQPlayer.
New option Extreme for Processor latency with Intel. We have measured 1 microsecond average latency!

23/04/2016 New version 1.7.2 with special boot option for pstate driver (for new Intel CPU)

12/03/2016 Realtime kernel updated to 4.4.3_rt9 (with support to JLSounds and other new dacs). Amanero patch for native DSD is waiting for new firmware release.

05/03/2016 Custom realtime kernel. DSD native support for Amanero USB card. Download here
For firmware select firmware_1099rc1

This kernel supports the following non-standard cards:
Amanero Combo384
iFi Audio micro/nano iDSD
Matrix Audio X-Sabre
Matrix Audio Mini-i Pro
Gustard DAC-X20U
DIYINHK DSD DXD 384kHz USB to I2S/DSD
JLSounds I2SoverUSB
Aune X1S 32BIT/384 DSD DAC


29/02/2016 Version 1.7.1 Squeezelite-R2 with C-3PO plugin. Now upsampling is possible on the Logitech Media Server -->  C3-PO
Dropped support for Jriver Media Center (...)

25/02/2016 New version 1.7 is out! New Xfce 4.12 Desktop, new network auto-configuration, new theme, now it is very easy to make your own configuration for MPD, HQPlayer embedded, Squeezelite (and change it on the fly...)

01/02/2016 Did you know that with AudioLinux you can use CUDA acceleration for HQPlayer?

03/01/2016 Updated Maximize and Minimize scripts. Added optimization script for recording with Ardour. AudioLinux is very good for studio mixing!

24/12/2015 Next release on 1st January with UpnP media renderer for Mpd and Apple AirPlay support (only audio)

15/12/2015 By general request, added instructions for installing the image on USB stick. As soon as possible we will suggest an easier method for Windows users.

13/12/2015 Now there is also AudioLinux Mini, a stripped down image without midi and video applications

22/09/2015 New version 1.6 without 32 bit support (now Jriver Media Center can be installed as 64 bit package)

25/07/2015 Now realtime kernel is 4.0.8-rt6

13/05/2015 in AudioLinux 1.5 improved boot compatibility. Added Logitech Media server + Squeezelite

09/04/2015 AudioLinux 1.4 image available for download for 29 Euro

03/04/2015 Version 1.4: with command line autologin and systemctl --user with dbus configured is possible now to autostart HQplayer embedded whitout booting to graphical LXQt Desktop

20/03/2015 Version 1.3:  Now UEFI motherboards are supported!

24/02/2015 New AudioLinux version with LXQt 0.9 and new realtime kernel 3.18.7_rt2 with DSD native support.

05/02/2015 Now you can set automatically audio applications priority with the new software rtapp and check the status with rtstatus. With rtstatus you can check very easly if your sound card is sharing interrupt with another device. You can download rtapp here

17/11/2014 DSD native up to DSD512 now possible with patched kernel and alsa-git. Some XMOS DAC are supported, for example IFI nano/micro iDSD. If you are interested in this beta version please contact us.

21/10/2014 version 1.1.2
LXQt version 0.8

13/10/2014 version 1.1.1
HQ player embedded ready (to make it work you need a license!).
http://www.signalyst.com
Now you can control HQlayer with your smartphone. A simple guide (in Italian) can be found on this page.

01/07/2014 version 1.1 now with LXQt qt5!

L'autore di AudioLinux
Ritratto di P.O. by Silvano Onda


La canzone che vive tre volte
 
La canzone è il risultato della collaborazione tra il poeta Piero Olmeda e l'artista Sandro Saccocci. Una ventata di poesia, novità ed impegno nella canzone italiana.

In vendita su iTunes, Amazon.it e Google Music

Anteprima su YouTube

I libri di Piero Olmeda sono in vendita su Amazon e altre librerie online.

Maggiori informazioni su Piero Olmeda nel Blog Computer Poetry e nella pagina facebook

PIERO OLMEDA has collaborated in numerous poetry projects, among which Odio la Poesia (I Hate Poetry), a live performance where he destroyed an unspecified number of cathode ray tube televisions, Deus ex Machina in which the actions of two actors on a stage were piloted by a computer program via radio, Leopardi Express, with his impersonation of the poet Giacomo Leopardi, whom he brought back from the dead in time for Man’s first landing on the Moon, Faust, a series of monologues by famous poets he brought to conclusion by falling through a trapdoor surrounded by flames, and Black Hole, with seven ballerinas dancing in the dark and a labyrinth of luminous wires.
At Padova University’s Computational Sonology Center, he wrote the poems Zero and L'allegro Faust to be read by synthesized computer voice at various locations in Italy and around the world.
He was the founder of Italian Computer Poetry and the writer of the Lispoet poetry writing program with which he produced a number of texts presented at the most prestigious electronic art and poetry festivals, including the First International Symposium on Electronic Art (Holland).
He has helped stage various exhibitions of electronic art and poetry, among which Scritture & Oltre and the Computer & Art Festival. He was editor in chief of the first Italian magazine dedicated entirely to Computer Art, Poetronike.
Most recently, he has focused on writing a series of stories and novels: La Bellezza e la Bestia e Fata Morgana on Amazon online shop.

PIERO OLMEDA ha prodotto molti spettacoli di poesia, tra cui la performance Odio la Poesia durante la quale distrusse in diretta un numero imprecisato di televisori a tubo catodico, Deus ex Machina dove le azioni di due attori sul palco venivano pilotate via radio da un programma per computer, Leopardi Express nel quale impersonava il poeta Giacomo Leopardi che resuscitava per accorgersi poi del manifesto dello sbarco sulla luna, Faust un insieme di monologhi di poeti storici alla fine del quale scendeva attraverso una botola sul palco tra le fiamme, Black Hole con sette ballerini che danzavano nel buio in un labirinto di fili luminosi.
Ha realizzato presso il Centro di Sonologia Computazionale dell'Università di Padova i poemi Zero e L'allegro Faust recitati dalla voce sintetizzata del computer, che sono stati diffusi in Italia e in numerosi altri paesi.
E' stato il fondatore della Computer Poetry italiana realizzando il programma per scrivere poesie Lispoet con il quale ha prodotto alcuni testi presentati nei più importanti festival di poesia e arte elettronica, tra cui il First International Symposium on Electronic Art (Olanda). Ha coordinato varie rassegne di poesia e arte elettronica tra cui Scritture & Oltre e il Computer & Art Festival. E’ stato direttore della prima rivista italiana dedicata interamente alla Computer Art, Poetronike. Negli ultimi anni si è dedicato alla scrittura di racconti e romanzi tra cui La Bellezza e la Bestia e Fata Morgana, tutti in vendita su Amazon.
Il ritratto realizzato al computer di Piero Olmeda è di Silvano Onda.

Valid CSS!